Google+ Badge

giovedì 18 dicembre 2014

PANGIALLO ROMANO


Il pangiallo, meglio noto come pangiallo romano è un dolce tipico del Lazio, che ha la sua origine nell'antica Roma e più precisamente durante l'era imperiale. Era, infatti, un'usanza di quei tempi distribuire questi dolci dorati, durante la festa del solstizio d'inverno, in modo da favorire il ritorno del sole.


Ingredienti per 4 persone: 200 g di mandorle | 200 g di noci | 200 g di nocciole | 100 g di pinoli | 100 g di frutta candita | 300 gr di uva passa | 300 gr di farina | 200 g di miele | 150 g di cacao | 50 g di cioccolato | olio | 1 bustina di zafferano.

Preparazione:
1) Riscaldate il miele in un pentolino a fuoco basso.
2) Intanto, in una ciotola, unite mandorle, noci, nocciole, pinoli, frutta candita, uva passa, cacao e cioccolato grattugiato.
3) Versate nella ciotola la farina e, a poco a poco, il miele: mescolate tutto bene fin quando non si avrà un impasto denso. Lasciate riposare per qualche ora.
4) Preparate la glassa unendo acqua, zafferano, un pò di farina (per darle consistenza) e dell’olio.
4) Prendete parte dell’impasto e formate dei panetti che poserete, una volta ricoperti, in una teglia imburrata (o sulla carta da forno).
5) Infornate a 180° per 40 minuti circa, fin quando la crosta non risulterà ben croccante.